La domanda è corretta

“Sono sempre più convinto che la democrazia sia soltanto una trappola inventata dalla borghesia per governare in eterno il sistema. Bisognerà buttare tutto all’aria. Senza tanti complimenti o discorsi. Le libertà individuali sono illusioni e chimere. A cosa ti serve essere libero di dire quello che pensi se hai un salario di merda e vivi come un cane? Dici la tua, godi delle libertà cosiddette fondamentali della pseudodemocrazia ma la tua vita fa schifo. Si son fatte rivoluzioni e guerre. Si sono rovesciati governi. Niente cambia. I ricchi rimangono ricchi e i poveri sono sempre poveri. Gli sfruttati sono sempre gli stessi. La sola libertà che si deve dare ai cittadini è la libertà economica. Bisogna tornare al fondamentale: «Da ciascuno secondo le sue capacità, a ciascuno secondo i suoi bisogni ». Più che mai, il solo vero potere è economico, ed è questo che occorre riprendere”.

da “Il Club degli incorreggibili ottimisti” (Salani, 2010) di Jean-Michel Guenassia

photo credit: Jan Tik via photopin cc

Annunci

2 pensieri su “La domanda è corretta

  1. Anonimo

    Teoria. Piacevole, creativa, intelligente quanto vuoi ma solo teoria. “A ciascuno secondo i bisogni e le capacità”. Ma come? È impossibile misurare i bisogni e ancor più le capacità. Dunque non basta, è troppo semplice e semplicistica. La logica occidentale, quella che ci portiamo dentro, spingerà sempre verso l'individualismo. Che di per sé non è affatto un male. Basterebbe porre dei limiti sociali. Limiti ai guadagni, non ai sogni. Ai possedimenti, non alla creatività. Al potere sociale, non personale. Vabbè, ne riparliamo. (matt)

    Mi piace

  2. Guarda che io son d'accordo con te, infatti il cappello che gli ho fatto su facebook per segnalarlo è: La risposta, come (quasi) tutte le risposte, è discutibile, ma la domanda, come (quasi) tutte le domande, è corretta.

    Quello che mi ha colpito non è una simile “soluzione”, che soluzione non è, o cmq del tutto teorica. Mi ha colpito la considerazione di partenza: “A cosa ti serve essere libero di dire quello che pensi se hai un salario di merda e vivi come un cane? Dici la tua, godi delle libertà cosiddette fondamentali della pseudodemocrazia ma la tua vita fa schifo”. E' un po' quello che accade a molti oggi, no? La mia risposta cmq è più democrazia, non meno. Certamente non la pseudemocrazia di oggi che maschera un potere meramente oligarchico.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...