Finanziatori per start-up cercasi

Stamattina mi sono svegliato con in testa due grandi idee di start-up. Eccole in sintesi nel caso qualcuno, leggendo questo post, fosse interessato a finanziarle:

a) Fetta Burro e Marmellata Take Away

(Fonte immagine)

La mattina mi piace fare colazione con le fette biscottate, il burro e la marmellata (varie: a rotazione).

Molto spesso però, rinuncio, optando per soluzioni già pronte – biscotti, brioches – per mere ragioni pratiche: il trio fetta + burro + marmellata richiede un certo sforzo compositivo, i cui passaggi ritengo inutile spiegare qui, che non sempre la mattina appena svegli si ha la capacità di compiere sia a livello manuale che intellettuale.

Ed è un peccato perché è un piacere al quale, come me, si privano per lo stesso banale motivo milioni di persone in tutto pianeta. Di qui l’idea della prima start-up: Fetta Butto e Marmellata Take Away.


In due parole la suddetta start-up fornisce ai milioni di persone di cui sopra l’importante il servizio:

“Non hai voglia di comporre la tua fetta mattutina? Te la porto io in cinque minuti, pronta in tavola, col pony. Tu mi componi via internet – o attraverso un app per smartphone – un form dove scegli:
1) Il tipo di fetta, integrale o normale.
2) Il tipo di marmellata (gusto, bio o normale, marca, paese d’origine, ecc. ecc.)
3) Quantità di burro in una scala da 1 a 10.
4) Quantità di fette (da una a uno scatolone per i palati più golosi)
Dopo cinque minuti o giù di lì, ecco il pony che ti consegna, fresche in tavola, le tue Fette Take Away”. Finanziatori Cercasi 1. Serietà 1. Astenersi perditempo 1.

b) La BatToppa

(Fonte immagine)

Il problema dei buchi nei calzini affligge l’uomo dalla notte dei tempi. Un tempo, si sa, esisteva l’arte del metterci una pezza. Arte che però sappiamo essere perduta da tanti anni: oggi il calzino bucato nessuno lo sa più aggiustare.

O lo si butta via (dopo un certo periodo di uso promiscuo nel chiuso della scarpa) o si cerca un’improbabile aggiustatura cucendo un’estremità all’altra del buco. Una soluzione che non è una soluzione perché produce il cosiddetto “Monte del Calzino”, una pericolosa escrescenza nel tessuto che, facendo attrito contro la scarpa, può anche procurare fastidiose vesciche. Infatti nessuno ricuce più.

Di qui l’idea (che per altro, potrebbe rilanciare l’industria chimica italiana): una toppa sintetica autoadesiva intelligente (grazie ad un chip inserito al suo interno) in grado, non solo di incollarsi perfettamente all’area bucata senza creare alcuna protuberanza, ma anche capace di riconoscere – grazie al chip di cui sopra – la tipologia di tessuto, avviando immediatamente un processo chimico di trasformazione della toppa stessa nel tessuto medesimo.

In pratica, applicata la toppa, dopo pochi secondi il calzino sarà come nuovo. Come se mai buco ne avesse offeso la trama. Quest’ultima idea di start-up, in tempi di crisi in cui non si butta via niente, mi sembra la più geniale. Attendo offerte: Finanziatori Cercasi 2. Serietà 2. Astenersi perditempo 2.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...