La sicurezza degli oggetti

L’uomo che vedete qui sotto ritratto (morto da qualche anno) ha trasformato la sua nevrosi in una specie di incredibile opera d’arte (contemporanea).

Per anni, Ettore Guatelli ha raccolto migliaia di oggetti per lo più appartenenti alla civiltà contadina appendendoli alle pareti di casa sua, nel tantativo – ossessivo appunto – di conservarne la memoria.

Il risultato è qualcosa che ha davvero poco a che fare con la classica raccolta di oggetti rurali.
Da qualche anno, la raccolta Guatelli è diventato un museo che racconta meravigliosamente bene il delirio di quest’uomo: assolutamente da vedere.

Il bosco delle cose, così si chiama, si trova in un paese in provincia di Parma, Ozzano Taro.






Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...